La Storia

Immagine Home Sito

Ideata e realizzata dall’ente di sviluppo regionale di Puglia, Lucania e Molise la cooperativa Tre Colli viene progettata negli anni 60 mentre entra in funzione precisamente nel 1965. Accolta con grande entusiasmo dai cittadini di Rotello, la cooperativa riscontra fin da subito una notevole partecipazione popolare arrivando a diventare in poco tempo il luogo privilegiato per la produzione dell’olio a uso delle famiglie rotellesi.

Per poter partecipare alle attività estrattive della cooperativa difatti, è necessario essere residenti a Rotello (paese da secoli vocato alla coltura dell’olivo) e possedere un uliveto situato entro l’agro del Comune (che tra l’altro rientra tra i territori con maggiore superfice coltivabile della provincia di Campobasso). Nel 1965, anno di entrata in funzione dei primi macchinari, l’Oleificio Cooperativo Tre Colli adoperava un frantoio tradizionale a estrazione a freddo con 12 presse e molazze. Nel 1974, 9 anni dopo, l’Oleificio da il via alla lunga opera di innovazione di processo che ha garantito di mantenere elevati standard di qualità del prodotto consentendo in questo modo di soddisfare al meglio le esigenze dei suoi soci, dei suoi produttori e dei suoi clienti.

In quell’anno difatti, vengono sostituite una parte delle molazze con un frantoio a ciclo continuo e estrazione a freddo. Iter produttivo che viene considerato valido ed affidabile fino al 2000, anno in cui avviene la svolta storica della Cooperativa Tre Colli, con la costruzione di un nuovo stabilimento e  l’acquisto di un frantoio di ultima generazione con estrazione a freddo e decanter. Queste modifiche si sono rese necessarie nel momento in cui, l’urgenza di molire il grosso quantitativo di olive che quotidianamente perviene allo stabilimento della cooperativa entro le 24 ore dal distacco dalla pianta, ha imposto agli organi decisionali di provvedere ad aumentare anche la capacità di lavorazione oraria del frantoio.

Nel 2006 invece, al fine di seguire i ritmi dell’innovazione sempre alla ricerca dell’elevata qualità, si è deciso di intervenire sulla fase di stoccaggio e vendita dell’olio. Gli ambienti destinati alla fase di stoccaggio e vendita difatti, sono stati adeguati ai migliori standard della conservazione climatizzando i locali e provvedendo all’isolamento attraverso l’installazione di cisterne con impianto di gas inerti al fine di isolare l’olio extravergine di oliva dall’ambiente circostante e per garantirne una perfetta conservazione.

La cooperativa non ha mai mutato, nel corso degli anni, il credo che il miglior prodotto debba nascere dal connubio tra la tradizione dei coltivatori locali e i migliori standard di processo che il progresso di anno in anno impone.